I Rischi legati a Sovrappeso, Obesità ed Eccesso di grasso

Il controllo del peso: un’esigenza non solo estetica, ma soprattutto di salute.

Negli ultimi anni è cresciuta la consapevolezza collettiva che un peso in equilibrio sia una condizione necessaria per una buona salute fisica e mentale. Sovrappeso e obesità infatti non sono solo problemi estetici ma soprattutto di salute e possono influenzare negativamente la qualità e l’aspettativa di vita.

La comunità scientifica è concorde nell’attribuire all’eccesso di peso un ruolo significativo (fattore di rischio) nella patogenesi di numerose malattie metaboliche e degenerative quali cardiopatie, malattie cerebrovascolari, respiratorie e osteoarticolari, diabete, steatosi epatica, calcolosi. Inoltre, secondo una recente ricerca, per gli obesi sarebbero in agguato anche disturbi psicologici come ansia e depressione. Infine ricordiamo che un peso eccessivo può comportare limitazioni della vitalità, discriminazione sociale, diminuzione della produttività lavorativa o scolastica.

 

 

Perché l’eccesso di grasso corporeo, in particolare quello viscerale, è un pericolo per la salute?

Le persone in sovrappeso e obese, anche se in misura diversa, sono caratterizzate essenzialmente da un eccesso di grasso, che si accumula e rende molto voluminoso il tessuto adiposo. L’espansione della massa grassa trova origine dalla combinazione dell’aumento della dimensione (ipertrofia) delle cellule tipiche del tessuto adiposo (adipociti) e del loro numero (iperplasia).

 

Per lungo tempo il tessuto adiposo è stato considerato semplicemente una sede di deposito delle riserve energetiche (ossia delle calorie “mangiate” e non consumate) ma in questi ultimi anni vi sono stati numerosi progressi nella conoscenza della struttura e del funzionamento del “tessuto adiposo” (il grasso) che hanno portato a parlare piuttosto di “organo adiposo”, dotato di un sistema ben organizzato di arterie, vene e nervi che collegano l’organo adiposo all’intero organismo e contribuiscono ad una regolazione metabolica integrata.

L’organo adiposo è formato da due tipi di grasso: bianco e bruno, costituiti da cellule con struttura e funzione diverse. Le cellule adipose brune durante la crescita tendono a trasformarsi in cellule adipose bianche. Questo processo è facilitato da un’alimentazione squilibrata e da uno stile di vita sedentario, da minore dispendio energetico e da maggiori introduzioni di cibo: ne consegue che l’organo adiposo dei soggetti obesi ha una maggiore componente di tessuto adiposo bianco.